Cosimo Pesare

Funzionario della specie

Cosimo Pesare

The official of the species

With us

Collaborazioni

Team Member

Doria Oscar

Programmer

Team Member

Luigi Devivo

Naturalist Photographer

Team Member

Aldo Pezzarossa

specialist literature

About Me

Cenni sulla mia storia

 

Dopo anni giovanili, impegnati a catalogare esperienze, sperimentazioni e vari eventi che hanno contribuito alla prima formazione artistica che si estende dal 1978 al 2002, arrivano le prime riflessioni sul passato e su quale futuro. Teorico dei Ponti. La maturità lo ha accolto nel pieno delle sue consapevolezze su

 

Che cosa, Come, Con chi

 

Ecco schematicamente :

  • “CORRISPONDENZE CONGRUENTI” Palazzo Mossi, Palazzo Franco Semerano, e casale Torre Bianca di Manduria, 17 ‐ 24 giugno 2007 (con il duo Two&New - born)
  • “PROSPETTI E ADDENDA” Pinacoteca comunale De Felice di Grottaglie, 27 gennaio ‐ 2 marzo 2008 (con il duo Two&New - born)
  • “NEW ANGULUS RIDENS” Conservatorio Musicale G. Paisiello di Taranto, 19 ottobre ‐ 2 novembre 2008 (con il duo Two&New - born)
  • INTRAMOENIA EXTRA ART_ on the ground, underground, Castello Svevo Aragonese di Barletta, 16 maggio ‐ 30 agosto 2009 (con il duo Two&New - born)
  • “GLI UCCELLI” presso lo STUDIO D’ARTE FEDELE Via Mazzini 49 Monopoli (BA), 12 Settembre – 30 Ottobre 2009 (con il duo Two&New - born)
  • “N.A.C Omaggi” “PARCO ARCHEOLOGICO” Chiesa Santissima Croce Manduria DAL 17 ottobre al 14 novembre (con il duo Two&New - born)
  • “DAL RISORGIMENTO AL CONTEMPORANEO” Fiera del Levante: Expo Libro di Bari dal 07 al 10 Aprile 2011 (con il duo Two&New - born)
  • “Nekro Hard Disk” Presentazione del progetto a Roma in seno a:”I giovedì del 3° piano” Vincenzo Incenzo ‐ Via Vespasiano
  • Esposizione di opere presso la Sala Conferenze dell’Hotel SVEVIA di Altamura, (BA) nel corso della presentazione del libro “Animal Faber”(di Aldo A. Pezzarossa), curata dal Club Federiciano 20 Giugno 2012 (con il duo Two&New - born)
  • Esposizione di opere presso la Sala Convegni della Banca Apulia di Bari, nel corso della presentazione del libro “Animal Faber ” (di Aldo A. Pezzarossa), a cura dell’Associazione Culturale “Noi che l’arte” 27 Giugno 2011 (con il duo Two&New - born)
  • “UrbanTextureS” (Nuestre Fabulae Real) presso la Galleria Niart di Ravenna, con il patrocinio del Comune e della provincia di Ravenna dal 15 al 30 settembre 2012 (con il duo Two&New - born)
  • “Novellae Realities” presso I Cantieri Teatrali Koreja a Lecce, performance durante il vernissage ‐ “A Passo d‐istinto” – Dall’11 gennaio al 04 febbraio 2013 (con il duo Two&New - born)
  • Proiezione del video “Dadax photoFly” video ironico sul mondo pubblicitario, in seno alla manifestazione nazionale “FotoArte” Festival della fotografia in Puglia, dal 20 al 24 giugno 14
  • Presentazione di una tappa del progetto “Digital Enigma”, con l’Opera “Avis Sapiens”, nell’ambito della manifestazione “I Falchi di Federico II” ad Altamura, dal 29 giugno al 7 luglio
  • Presentazione di una tappa del progetto “Digital Enigma”, con l'installazione “Recovery omaggio a Mimmo Conenna”, nell’ambito della manifestazione “Anteprima - Mimmo Conenna - Teatro Margherita Bari" dal 16/07/2014 al 30/07/2014

Pubblicazioni e cataloghi

  • 2008: Idee in UN CIELO di opportunità
  • 2008: Arkitectural Nubigey – Prime Nubi
  • 2008: Book Librorum – Production in Progress
  • 2010: “La Vita Nova”, Libro Catalogo
  • 2011: "Nekro HD" La vertigine del finto pieno
  • 2012:"Avi e antenati" ritratti dei personaggi illustri del mondo aviario


Questi anni hanno rappresentato la scoperta di un nuovo mondo dell'arte, non più solamente altrui, che andava emergendo da libri, incontri, media, e poi da gallerie, viaggi, fiere, musei: si scopriva finalmente un proprio mondo, dove mettere a frutto esperienze prima sopite, solo desiderate o immaginate. La grafica e i software dal regno della magia, le antiche abilità manuali e l'aerografia, assieme alla strutturale e costante osmosi interna ai Duenuovi, hanno prodotto un oltre che si andava discostando dagli antichi quadri, trompe - l'oeil, aerografie pubblicitarie e industriali.


È stata scoperta una  dimensione favolistica sul confine del virtuale che di - mostra quali opere la Fantasia e l'Arte possono e sanno intravedere e individuare nei cieli, fra nuvole e rami fronzuti, sulle cimase di palazzi, chiese e case abbandonate, e poi ovunque, fra libri, oggetti d'uso comune, diremmo consunti dagli usi. Poi anche, oltre le trasparenze, all'interno di labirinti dell'improbabile contrapposto all'impossibile. La narrativa in arte aiuta a esporre quali processi mentali e sinapsi correlate sovraintendono alla tensione costante che l'artista vive e governa per essere ciò che è.

 

E per far ciò è risultata particolarmente produttiva l'idea-ricorso alla finzione scenica e narrativa di un mondo parallelo voluto e governato dagli uccelli. Un mondo aperto,  immesso sul filo di una narrativa che sa di essere giunta a un nodo storico che prevede nuove forme e nuovi azzardi.

project and work

Avis Sapiens

in allestimento

work in progress

Riempire un hard disk di un po’ di tutto è ormai uno degli sport più in voga, lo sappiamo, e l’incoscienza implicita e ben mimetizzata di tale attività aleggia sui sei o sette continenti come se nulla fosse. La tecnica ci sta superando, gli ANIMALI vorranno limitarsi agli istinti per un utilizzo delle nostre tecnologie che sia soltanto positivo, ben finalizzato e migliorativo. Così stiamo riuscendo a produrre la nostra Rivoluzione. Per questo l’Arte aviaria si è destata e mossa per scuotere un po’ di coscienze alla sua maniera, tanto più che l’Informatica è una Scienza Contemporanea, e l’Arte vuole sentirsi al passo coi tempi.

We know that filling a hard disk of everything is now one of the most popular sports, and the implicit and well camouflaged unconsciousness about such activity hangs on six or seven continents as though nothing were happening. Technique is surpassing us, ANIMALS will limit themselves to their instincts and will use only our positive, well targeted and ameliorative technologies. That’s how we are able to produce our Revolution and how this Avian Art has woken up and moved to shake a little Consciences in its own way. Especially since Informatics is a contemporary science, and art wants to feel abreast of the times.

Il progetto d’Arte, in corso d’opera, indaga su alcuni strumenti di uso comune che per la loro natura sfuggono all’esperienza umana.

Ci sono timori e ossessioni relegati in angoli che si ritiene riguardino solo determinate categorie di uomini. Non ci si ferma a considerare che l’ultima generazione e una discreta fetta della precedente hanno ormai, spesso inconsapevolmente e al contrario di quanto si pensi, un forte rapporto con il mondo digitale.

immagine solid flu 0 progetto di Cosimo Pesare immagine solid flu 1 progetto di Cosimo Pesare immagine solid flu 2 progetto di Cosimo Pesare immagine solid flu 3 progetto di Cosimo Pesare immagine solid flu 4 progetto di Cosimo Pesare

La crisi del pensiero, la paura della morte e dell’oblio, l’accelerazione della tecnica e in particolare della tecnologia, producono uno smarrimento e una fragile ricerca di “salvezza” nella memoria digitale.

Lo stato sociale, percepito come sempre più instabile, rappresenterà il futuro dell’Uomo. La tecnica, nella sua costante frenetica ricerca, potrà favorire tale situazione, spingendo l’uomo verso una realtà sempre più contratta nel tempo e non priva di problematiche esistenziali. Sarà sempre più necessario ripensare l’idea di tempo, di spazio e di memoria.

Video Dadax
Video

La crisi di molti valori del passato e la deformazione relazionale nei “non luoghi” provocano una ricerca di ulteriori valori e luoghi che possano dare conforto e possano validare le proprie presenze nel mondo (Hard Disk).

Pagina Facebook del progetto

Pagina Facebook del gruppo Ikoho (gruppo di aziende impegnate nella progettazione e realizzazione di tecnologie aviarie. Ikoho ha reso possibile la realizzazione del progetto)

la vertigine del finto pieno

 

Opere e progetto:

  1. Scelta casuale di individui a rischio "pannello"
  2. Interviste e esiti "Trompe-L'oeil"
  3. Pila dei vuoti "installazione"
  4. Tra il vuoto e il finto pieno "installazione"
  5. Dimostrazione dell'ultimo respiro "Video"
  6. Ultima illusione del finto pieno "Video"
  7. Ultimo clone "Video"
  8. Wunderfrag e suo sviluppo

 

Probabilmente E’

  • Un granello di polvere sfuggito al cosmo domestico di un netturbino, o di mia moglie-sorella-madre.
  • Un incosciente maniaco osservatore degli altrui computer.
  • Un tecnico fruitore di cartelle e file da controllare.
  • Un artista che pensa di poter descrivere in tal modo il senso di vertigine che proviene dall’operare con un Virtuale Incandescente per formalizzare, estetizzare, la formazione di ispirazioni che ruotano nell’etere informatico per andare a dissolversi contro insignificanti pieni e vuoti.
  • Un corpo fantasmatico che aziona quelle livide macchine pensando di avere un peso, un ruolo produttivo nell’affastellamento di immagini che hanno perso ogni senso espressivo e descrittivo.
  • Un fratello, un consimile, un orologio che scandisce quei fremiti, quel respiro che sta per uscire per sempre.
  • Un Noir di qualche cine regista presuntuoso, desideroso di metaforizzare la condizione umana, da contrapporre in chiave contemporanea alla Comedie Humaine di H. de Balzac.

 

Nekro hd Dimostrazione della Frammentazione Ultimo clone

Ultimo Clone

wunderfrag

Wunderfrag

Ogni passo, ogni angolo, ogni tappa della nostra esistenza è, o dovrebbe essere, ricco di ricordi, passioni, incertezze. La nostra società, ritenuta “liquida”, corre più del previsto, si aggrappa sempre più al virtuale, al sintetico: tutto questo può sembrare un cammino nella logica del conservare, del colmare. Sappiamo cosa rischiamo di perdere, cosa può sfuggire alla nostra mente, ma ci preoccupa poco: importante è continuare a riempire, conservare, stipare, come in una collezione virtuale di noi stessi,un po’ cinica e perversa, ma che ci dà sicurezza fino a che accade l’imprevisto. Poi giunge la fine, la fine della memoria, della finzione e ci prende la conseguente presa di coscienza del “finto pieno”, come una vertigine del “nulla”. Ma non è la morte, che cancellerebbe tutto, anche il nulla. Si tratta della fine di quella illusione di archiviazione, delle listature, dei ricordi, degli oggetti inutili.

Nulla è perduto??????

 

frame

Frame

 


 

Esempio di Intervista

Efisio Cuppotulli

 

Risponderò alle cinque domande contemporaneamente. Dove sono le domande??? Io non lavoro con il computer, per me è solo un mezzo di intrattenimento e divertimento e perciò lo uso per i dati personali e in minima parte della mia famiglia. I dati che ho perso erano in massima parte materiale scannerizzato per conservare foto e alcune lettere. Gli appunti puri e semplici erano pochi e sono l'unica cosa che ho perso irrimediabilmente, ma nulla di grave. Per le foto e le lettere mi toccherà rifare tutto il lavoro di scannerizzazione. Niente di irreparabile. Hard disc esterni e CD? Finora mai, ma dopo questa esperienza credo che ne comprerò alcuni... ma voi vendete questa roba?

grafico 1


 

Esempio di tentativo di recupero

Risultato del recupero dei dati di:

Arnaldo Cimino (progettista industriale) periodo da recuperare: dal 08/1994 al 10/ 2008

Tentativo di recupero


 

Esempio estetico finale

Estetica del vuoto

 

File corrotti image

Nonn’Ancestors progetto in collaborazione con grAArt e Ikoho group

È ormai tempo di distinguere i due differenti piani dell’ importanza avuta nei secoli e negli anni dai nostri

Nonn’Ancestors
e dai nostri
Avi e Antenati

all’interno della Storia della Classe Aviaria, e per far chiarezza anche a beneficio di quanti seguono con interesse, soprattutto sul periodico Sper & Pers, i nostri progressi nelle varie arti.

Per far ciò nel modo migliore abbiamo deciso di presentare alcune immagini di nostri Antenati, risalenti a parte del XX secolo e soprattutto agli ultimi anni immediatamente precedenti l’Exploit della nostra Vita Nova.

In tal modo proponiamo personaggi e nomi che altrimenti sarebbero finiti nell’oblio più totale, poiché, a differenza dei Nonn’Ancestors di noi tutti, questi Antenati hanno – dobbiamo ormai dire avevano - il pregio di un anonimato in attesa di riconoscimento e che si sta ora esaurendo.
Le più belle fra queste immagini che qui presentiamo erano conservate gelosamente nei locali dell’ A.R.S.U.D.Re.K.A. cioè dell’Archivio per la Raccolta & lo Studio & l’Utilizzo dei Dati relativi alla Koinè Aviaria.

Altre, esattamente quelle contraddistinte dai numeri 3, 6, 11 e 20, si trovavano presso l’archivio del C.I.T.R.R.O.N.U. , il Coordinamento Ionosferico e Terrestre per la Ricerca dei Rapporti Osmotici fra Nonn’ancestors e Umani. Pur trattandosi di semplici Avi erano finiti chissà come in quell’archivio. Altre, infine, erano conservate nel
Centro Coordinamento delle Civiltà dei Cieli (Twin Cylinders), il famoso C.C.C.C.

Come risulterà evidente ai lettori molte delle foto non erano accompagnate da dati precisi, molte erano contraddistinte da pseudonimi, in mancanza dei quali noi stessi della redazione abbiamo attribuito nomi di fantasia.

Some project pages AVI e ANTENATI.pdf

Progetto a Lecce "Novellae Realities"

Performance A Passo D-Istinto

presso i Cantieri Teatrali Koreja

In Novellae Realities, il lavoro site specific per il box di Koreja, gli uccelli hanno preso una decisione definitiva, vogliono sostituirsi a noi e, visto che il nostro sistema di segni umani sembra essersi svuotato da qualsiasi contenuto, sono convinti di poterlo sostituire definitivamente. Questa utopia/certezza si struttura intorno ad un complesso racconto, zeppo di riferimenti artistici e letterari che costruisce il paradosso di una realtà altra. E come nel paradosso di Achille e la Tartaruga si finisce con il dubitare di ciò che è vero e di ciò che non lo è, dunque è dentro il linguaggio e nel sistema semantico che si colloca l'operazione del duo di Manduria, in una dimensione in cui i segni alludono in maniera indiziaria ad altri significati. I segni sono quelli creati dai volatili e si riferiscono, con una buona dose di erudita ironia, alla cultura e alla vita degli umani. In questo senso mai come in questo caso "plurimo" si costruisce una comunicazione paradossale con un continuo ribaltamento di prospettive e punti di vista. Gli uccelli hanno una lingua, un giornale "Speranzino e Persuadone" (la Gazzetta di Nuvollallocchia), pubblicano libri con una loro casa editrice la "Nefolotè University Press" (omaggio ad Aristofane), scrivono guide su città ospitali, disquisiscono di gastronomia, organizzano campagne pubblicitarie sui loro prodotti, si muovono in geografie aeree nella piena conoscenza di rotte e correnti. 

 

La produzione artistica è articolata e babelica e va oltre le singole classificazioni: è fatta di poesia visiva, di ready made, di giochi linguistici, e di libere associazioni, di grafica e di terracotta in omaggio alla vicina Grottaglie. Costruisce un mondo aperto alla comunicazione, luminoso nelle visioni che ci restituisce il sogno leonardesco del volo ma il problema che in questa nuova fase si pone per il popolo dei cieli è quello di essere in bilico tra istinto e scelta, in una riflessione che è una riflessione sulla identità e sulla diversità in cui prevale ancora una volta, come è nelle due corde dei Duenuovi, il paradosso e il nonsense.

Marinilde Giannandrea

Pochi passi melodici per corteggiare danzando e riconoscersi in una installazione d'Arte Contemporanea dove lasciare un segno che ci distingua per le nostre scelte d'arte, individuate da semi distribuiti danzando attorno alla nostra stessa arte.

video della Performance

Video della performance

speranzino epersuadone

Giornale online

Perché ha questo nome ?

Che cosa e con chi vuole comunicare e far sapere e ricordare ?

Quante domande ! eppure molte altre dovrebbe suscitarne e … sicuramente molte altre ne ha mosse nei miliardi di nostre testoline e in alcune teste e testone di chi ci legge dai monitor.

Nulla di più semplice, che dare risposte alle tre domande di qui sopra e a qualche centinaio (migliaio ? chi lo saprà mai!) di quelle altre sorte e non riportate.


 

(1) Cominciamo dal nome:

Avrebbe dovuto e potuto essere ben più lungo, per rispetto di chi ce lo ha ispirato e di quanti quel chi lo hanno tradotto dal Greco Classico nel corso dei secoli: Aristofane, commediografo greco, già nel V secolo A.C. seppe prevedere la nostra VITA NOVA del XXI secolo A.D. in almeno due sue commedie, Le Nuvole e Gli Uccelli. In quest’ultima i protagonisti sono, appunto, Speranzino e Persuadone, che in traduzione italiana sono stati anche chiamati rispettivamente : Evelpide (Euelpide – Sperabene) e Pistetero (Amico fedele).

(2)Motivi della nascita del nostro giornale:

possono sicuramente essere intuiti da chiunque se e quando si consideri che dopo l’uscita dei primi numeri nel corso dell’Annus Mirabilis 2007 - l’anno dell’uscita dall’anonimato, dell’ingresso nel mondo evidente, della fine di millenni di incomprensione – altri impegni con altre pubblicazioni avevano distolto le redazioni boreo – australi, coordinate dallo staff GrAArt del nostro Creative Director – factotum – dictotum – ductotum – fertotum Artie Nilsson. Ma pressioni provenienti dai quattro più quattro venti, querule e / o insistenti e / o sdegnate, anche grazie ai potentissimi mezzi delle nuove tecnologie acquisite, hanno fatto sì che sia risultato opportuno riprendere le pubblicazioni.

(3) Terza domanda:

qual è il target – oggi si dice così, vero ? – del nostro Speranzino e Persuadone? E che cosa vuole comunicare?

  • Che cosa ???? come? come? come?
  • What ?
  • Was ?
  • ¿ Qué ?
  • Vos ?
  • Quoi ?

Il nostro Nuovo Mondo, che potete anche chiamare la nostra Vita Nova, o anche: Quel Che Verrà dall’Annus Mirabilis in poi.

I lettori troveranno giorno dopo giorno ciò che i protagonisti di tutto questo – Nuovo Mondo, Vita Nova, Annus Mirabilis et cetera et cetera et cetera – hanno imparato a fare, facendo tesoro di un doppio canale di riferimento e ispirazione, quello degli Umani e quello lasciato dai nostri lungimiranti Nonn’ancestors.

Finalmente allo scoperto in modo completo: desideri, proiezioni, progetti, programmi: è conclusa la fase preparatoria, quasi carbonara e fondamentalmente interiorizzata e personale

events

Eventi e opere

Privacy

Uso del sito web

PRIVACY POLICY

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali dei visitatori e dei clienti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che è resa anche ai sensi dell'ari 13 del DIgs 196/2003 a coloro che interagiscono con i servizi web di Cosimo Pesare accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo http://www.cosimopesare.it   corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale di "cosimopesare.com" L'informativa è resa solo per il sito web sopra indicato e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link.

IL "TITOLARE" DEL TRATTAMENTO

 Il titolare del trattamento e' Cosimo Pesare in persona del suo legale rappresentante con sede in Manduria in Via per Maruggio C.da Zingaro - A seguito della consultazione di questo sito, possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede e sono curati solo da personale tecnico interno, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.  

TIPI DI DATI TRATTATI

Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. - Dati forniti volontariamente dall'utente L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.

COOKIES

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, ne vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. Non vengono utilizzati i c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser).

MODALITÀ' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti e accessi non autorizzati.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione ai sensi dell'ari:. 7 del DIgs 196/2003. Le richieste vanno rivolte a Cosimo Pesare Via per Maruggio C.da Zingaro - Manduria (Ta) 74024

Contact

Get in Touch

Per maggiori informazioni è disponibile il form.

Cliccando su invia si accetta l'uso a norma di legge dei dati